F1 | Test Bahrain, Day 3: Vettel ed Ericsson fermi!

Sakhir, 1 marzo 2014 – Non c’è pace per i team motorizzati Renault, che stanno tentando di trovare una soluzione ai problemi che ormai già dai primissimi test li stanno attanagliando, in merito alla nuova Power Unit francese. Sebastian Vettel, infatti, nella giornata di oggi ha percorso solo 4 curve prima di rimanere fermo in mezzo alla pista e causare una bandiera rossa, mentre la Caterham di Ericsson ieri è stata colpita da un principio di incendio. In più, la Lotus ha dovuto attendere parecchie ore prima di iniziare a girare con Grosjean.

V6_renaultSi tratta di un problema non da poco per i motoristi francesi, che speravano di raggiungere un buon numero di chilometri per poi procedere alla ricerca delle prestazioni; invece, gli ultimi episodi li stanno costringendo a fare marcia indietro. Cedrik Staudohar, uomo della Renault ai test in Bahrain, ieri ha dichiarato:

“Abbiamo fatto un po’ di progressi oggi ma non è finita come avremmo voluto. Da parte nostra, continuiamo a capire di più sui problemi che dobbiamo affrontare per sbloccare il massimo delle prestazioni dal nostro propulsore, ma l’affidabilità è la chiave e continueremo a concentrarci su questo negli ultimi due giorni, prima di tornare a Viry dove ci concentreremo sulla ricerca delle soluzioni per dare ai team le migliori possibilità di successo in Australia“.

Dal canto suo, nei giorni scorsi, un altro motorizzato Renault, il pilota della Toro Rosso Jean-Eric Vergne, nei giorni scorsi aveva rilasciato delle dichiarazioni emblematiche:

“Chiaramente, a Melbourne, anche solo finire la gara significherà una buona possibilità di andare a punti”.

Il francese, analizzando il difficile momento della scuderia e dei motoristi, ha commentato:

“Non ha senso fare commenti negativi perché tutti sanno che stiamo affrontando grandi problemi e non siamo i soli. Sapevamo, quando siamo arrivati in Bahrain che non avevamo avuto tempo sufficiente dal test precedente per risolvere tutti i nostri problemi”.

Lo stesso Vergne, ieri, pareva abbastanza soddisfatto, avendo terminato con un miglior giro di 1’39″618:

“Abbiamo fatto un buon numero di giri oggi senza alcun grosso problema, quindi sembra che ci siamo. C’è ancora molto da fare, ma possiamo dire di aver fatto dei passi avanti e dobbiamo continuare a fare più chilometri possibili nei due giorni che ci restano. Sarò ancora in macchina domenica, quando spero di poter fare una simulazione di qualifica e gara”.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Cristian Buttazzoni

"Life is about passions. Thank you for sharing mine". (M. Schumacher) Una frase, una scelta di vita. Tutto simboleggiato da un numero, il 27 (rosso, ma non solo)