F1| Mercedes: Hamilton qualifiche “incredibili”, Rosberg in difficoltà

10169395_626425744105424_175366610_nSepang, 29 marzo 2014 – Umori contrastanti in casa Mercedes, con Hamilton che ha centrato la pole position numero 33 in carriera eguagliando Jim Clark e Alain Prost nella classifica di tutti i tempi, mentre Rosberg, nelle vicinanze di Hamilton nelle prime due sessioni dui qualifica, nella manche decisiva ha accusato il colpo nei confronti del compagno di squadra.

La colpa è stata, in particolare, della grande incertezza data dalle difficili condizioni climatiche della giornata, con la pioggia che ha costretto gli organizzatori a spostare la partenza delle qualifiche in avanti di 5o minuti. “La sessione è stata davvero molto complicata per tutti ed in particolare alla fine era quasi impossibile vedere: non sono riuscito a spingere per un ultimo giro perchè nella scia di Hulkenberg non riuscivo neanche a capire dove fosse la pista. Vettel è davvero molto vicino, ma ovviamente sono contento di essere in pole position“. Queste le parole del poleman Hamilton, che riferendosi alla tempesta d’acqua di uinizio sessione ha detto: “Oggi è stato davvero incredibile vedere quanta pioggia è caduta prima delle qualifiche“. Sembrano così sovvertiti i pronostici emersi dopo le prime prove libere, con Rosberg che sembrava in grado di essere superiore al compagno di squadra; infatti, anche le prime due sessioni di qualifica si sono risolte in un duello tutto interno alla Mercedes, anche se al termine della Q2 Vettel si è inserito tra i due piloti della Casa di Stoccarda.

mercedes_malRosberg, invece, sembra soffrire la concorrenza del compagno di squadra, ma anche lui, come Hamilton, è certo che il meteo giocherà un ruolo fondamentale nell’esito della gara, così come ha cvondizionato le qualifiche odierne e spera di trarre vantaggio dalla situazione: “Purtroppo alla fine non sono riuscito a migliorarmi quanto avrei voluto. Sul bagnato oggi devo ammettere che non ero particolarmente a mio agio, soprattutto in frenata, quindi dovremo cercare di capire cosa è successo di preciso. Comunque sono in una buona posizione e la gara sarà molto lunga, inoltre qui c’è sempre una grossa incognita climatica, quindi per ora va bene così