F1 | Test Bahrain, Day 1: Hulkenberg al top, Red Bull male

19 febbraio 2014 – Nico Hulkenberg porta la sua Force India al top della lista dei tempi alla fine del primo giorno di test in Bahrain. Buona giornata per Ferrari e McLaren; i Renault danno ancora problemi ai propri clienti.

Si è da poco conclusa la prima giornata di test sul circuito del deserto del Bahrain. Tempi ancora da prendere con le dovute cautele in quanto tanti team hanno lavorato, ancora una volta, su aspetti aerodinamici e risoluzioni di piccoli problemi di gioventù.

vettelProblemi di natura più grave affliggono, nuovamente, il team Red Bull, squadra di punta del motorista Renault. Sebastian Vettel riesce ad uscire in pista soltanto verso le ore 12:00 italiane, ovvero a cinque ore dall’inizio del test. Ma c’è di più: una notizia ancora da verificare riporta che la componente elettrica della power unit di Vettel sia stata disattivata per permettere al tedesco di effettuare i suoi primi giri nel circuito del deserto. Ad ogni modo il team dell’energy drink ha portato a casa pochissimi giri, con Vettel che abbandona la scena verso le 14:30 portando la sua Red Bull a bordo pista. Non tira affatto una buona aria nel team di Milton Keynes. Prova ne è la riunione d’urgenza di stamattina, mentre la vettura non riusciva a scendere dal cavalletto per raggiungere la pista (leggere approfondimenti qui). Da capire domani il tipo di lavoro che

Bg0mPNnCMAAUU1HLa Ferrari comincia la propria giornata improntando il proprio lavoro sulle mappature aerodinamiche, esattamente come la Force India che ha stampato, a fine giornata, il miglior tempo con il tedesco Nico Hulkenberg. Run di media durata per Fernando Alonso il cui scopo non era certo quello di apparire in vetta ai tempi di ogni settore. Dopo un piccolo problema (forse perdita d’olio, n.d.r.) appena usciti dai box di mattina, la Ferrari ha avuto una buona progressione verso la fase conclusiva della giornata, incassando ben 74 giri di pista senza particolari problemi e segnando il miglior crono di giornata utilizzando le PZero a mescola dura. Ricordiamo che la distanza di un gran premio, in Bahrain, è di 57 giri.

Lavoro improntato sui long run da parte di McLaren e Mercedes. Senza dare troppi sguardi al cronometro, Magnussen ed Hamilton hanno portato a casa rispettivamente 74 e 81 giri, con l’anglo-caraibico che ne ha fatti addirittura 18 in un solo colpo. I motori Mercedes sembrano avere affidabilità per questo i team stanno cercando di capire come sfruttare gli pneumatici nella miglior maniera. Tanti chilometri anche per la Sauber di Adrian Sutil, ben 82. 

Discorso differente per la Williams che, seppur motorizzata Mercedes, sembra aver avuto decisamente molti problemi oggi. Solo cinque giri per Felipe Massa, di cui nessuno cronometrato. Stessa situazione in cui si è trovata la Marussia.

Da riportare che la prima uscita pubblica della Lotus E22 è stata segnata da tanti problemi. Soltanto otto giri per Grosjean ed ultimo tempo in graduatoria. Molto da lavorare anche ad Enstone.

Unico squadra Renault a girare senza troppi problemi, è stata la Caterham che con il test driver Robin Frijns ha inanellato ben 68 giri.

La tabella dei tempi del primo giorno di test in Bahrain:

Pos. Pilota Team Tempo / Gap
1  Hulkenberg Force India  1m36.880s
2  Alonso Ferrari  1m37.879s  +0.999
3  Hamilton Mercedes  1m37.908s  +1.028
4  Magnussen McLaren  1m38.295s  +1.415
5  Vettel Red Bull  1m40.224s  +3.344
6  Sutil Sauber  1m40.443s  +3.563
7  Frijns Caterham  1m42.534s  +5.654
8  Kvyat Toro Rosso  1m44.346s  +7.466
9  Grosjean Lotus  1m44.832s  +7.952


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".

Lascia un commento