F1 | Jerez, day 1: problemi per tutti, spicca la Ferrari

Jerez 28 gennaio 2014 – Si è chiuso a Jerez de la Frontera il primo giorno di test invernali del 2014. Molti problemi e defaillance. Bene la Ferrari con Kimi Raikkonen.

Caterham CT05Decisamente non è una Formula 1 per cuori deboli; alcune monoposto presentate in giornata, come Force India e Caterham, hanno a dir poco fatto storcere il naso agli appassionati, per la vera e propria mostruosità dei musetti. Soprattutto la Caterham CT05, con quel doppio musetto, risulta davvero sgradevole.

Anche in pista l’azione è stata minima, con quasi tutte le squadre alla presa con problemi di affidabilità. La McLaren non ha mandato in pista la MP4-29 a causa di alcuni problemi elettrici, La Red Bull ha completato il suo installation lap a pochi minuti dalla bandiera a scacchi, con un Vettel abbastanza nervoso a causa del ritardo della squadra.

Pochissimi giri per Williams e Sauber, Con Valtteri Bottas che ha regalato il terzo tempo di giornata a Grove (1’30″082). Qualcosina in più hanno fatto Toro Rosso (15 giri) con Vergne (1’36″530) e Force India (11 giri) con Perez (1’33″161). Ma sia la STR9 che la VJM07 sono rimaste ferme lungo il tracciato più di una volta.

1390923243Tra musi orrendi, noia in pista e scarsa affidabilità la vera notizia è il lavoro della Ferrari. La squadra che meglio di tutte ha sfruttato al giornata di prove.

La Rossa numero 7 di Kimi Raikkonen ha completato 31 giri, un’enormità rispetto ai latitanti rivali. Per la Ferrari F14-T anche la “soddifazione” del miglior tempo, sebbene si tratti di un giro comunque tranquillo; 1’27″104 il crono staccato di pomeriggio da Iceman.

La Ferrari aveva iniziato male le prove, fermandosi in mattinata dopo poche centinaia di metri. Ma il Cavallino ha saputo recuperare velocomente il lavoro perso, ed è praticamente stato l’unico team stabilmente in pista da metà mattinata fino alle 17.

Benino anche la Mercedes, che con Lewis Hamilton ha impressionato durante le prime ore. Lewis ha completato 18 giri e firmato un tempo di 1’27″820. Purtroppo però la Mercedes W05 ha sofferto il cedimento dell’ala anteriore. Problema fastidioso che ha causato un brutto fuori pista ad Hamilton, andato a sbattere violentemente contro le barriere nel primo settore. Macchina distrutta e primo giorno di prove mestamente finito.

La F1 2014 si è confermata una sfida in salita per tutti, sorrideranno gli uomini della Ferrari per essere riusciti a mettere insieme una giornata di prove decente in una selva di problemi tecnici, incidenti e vetture alquanto bizzarre.