F1 | La FIA cambia tutto, approvato il nuovo regolamento

Parigi, 9 dicembre 2013 – Un lunedì molto importante per la F1, nuove regole e alcuni colpi di scena hanno movimentato la giornata.

FIA_tribunaleDurante lo Strategy Group (riunione FIA), sono state approvate nuove regole ed alcune modifice apportate al regolamento del mondiale che, come ogni anno, cambia creando molto spesso confusione per tutti i team. I punti focali approvati all’unanimità sono stati i seguenti: Budget Cap, test Pirelli Bahrain dicembre 2013, numeri dei piloti,  sanzioni, punteggio doppio per l’ultima gara.

Budget Cap: Nuovo limite di spesa per i team valido a partire da gennaio 2015, la FIA organizzerà un gruppo di lavoro composta da rappresentati di federazione, rappresentanti dei team e dei diritti commericiali. Le varie normative saranno pronte già dal giugno 2014.

Test Pirelli, Bahrain – 17-19 dicembre 2013: Un test richiesto già dalla stagione passata, visto lo scandalo delle gomme esplosive a Silverstone. La FIA ha approvato un tre giorni di test Pirelli dal 17 al 19, parteciperanno solo sei team, ovvero: Red Bull, Mercedes, Ferrari, McLaren, Force India e Toro Rosso.

Numeri dei piloti: Una normativa che richiama al mondo della Indy o del motociclismo. Ogni pilota dovrà scegliere un numero che lo rappresenterà fino a fine carriera, numeri a partire dal 2 al 99. Il numero 1 sarà ovviamente riservato solo al Campione del Mondo che potrà anche non usarlo. In caso di “doppione” il numero andrà al pilota più avanti nella classifica dell’anno prima.

Sanzioni: Argomento molto interessante visti tutti gli errori e i ritardi da parte dei commissari di gara. Team e federazione hanno concordato una penalità “media” di 5 secondi che sarà ulteriormente discussa a Marzo 2014, prima del Mondiale.

Punteggio doppio all’ultima gara della stagione.
Pur di tener vivo il mondiale fino all’ultima gara, la FIA concorda il punteggio doppio all’ultima gara della stagione (Abu Dhabi nel caso nel 2014) sia per la classifica piloti che costruttori.

Dunque tante o forse troppe modifiche ad un regolamento che non smette di stupire. Nuovi budget, nuove sanzioni, punteggi doppi e addirittura una trovata di merchandising con i numeri di riconoscimento. Una delle note più positive resta sicuramente il Test Pirelli in Bahrain.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...