F1 | Messico e messicani: da protagonisti a probabili esclusi

16 novembre 2013 – Per uno strano scherzo del destino l’anno prossimo in F1 potrebbe non esserci traccia del Messico ne di suoi rappresentati. A rischio corsa e piloti.

Lo scorso anno, il 2012, è stato un anno molto proficuo per il Messico in F1: Sergio Perez incanta il mondo intero con la sua Sauber ed a fine anno firma con la McLaren-Mercedes. Proprio il team elvetico, per rimpiazzarlo, sceglie un altro conterraneo di Perez: Esteban Gutierrez. Arriva il 2013. I due messicani girano i circuiti del mondo sulle loro monoposto ed a fine estate viene annunciato il calendario provvisorio FIA per il 2014 ove vi è anche un clamoroso, forse inatteso, ritorno del GP del Messico dopo oltre vent’anni. E’ l’apoteosi per il paese centroamericano.

Ma la favola non durerà per molto. La categoria regina del motorsport a volte gioca brutti scherzi.

In meno di due mesi cambia tutto: Gutierrez è molto lontano dalla riconferma in Sauber; Sergio Perez, qualche giorno fa, viene appiedato dalla McLaren che non ne rinnova l’opzione per trattenerlo nel 2014; infine il GP del Messico, forse a conseguenza di questi eventi, risulta in forte dubbio a causa della presunta volontà di Carlos Slim, magnate messicano e promotore della F1 nel paese americano, di riconsiderare i suoi investimenti a riguardo. Questi sono i fatti.

Quali sono, invece, le prospettive?

gutierrezPartiamo dalla cosa più probabile: Gutierrez non sarà un pilota Sauber per il 2014. Con l’arrivo dei fondi della banca SMP russa, la Sauber ha introdotto nel proprio organico il neo 18enne Sergey Sirotkin che ha da poco acquisito la superlicenza FIA. La liquidità che continuerebbe a portare il messicano di certo non guasterebbe ma avendo salvato la baracca per il momento, il team di Monisha Kaltenborne può tranquillamente affiancare al giovane russo un pilota di affermata esperienza. Si parlava, tempo addietro, del probabile rientro di Rubens Barrichello, cosa poi naufragata. Fino a qualche giorno fa, era papabile anche l’ipotesi di un ritorno di Felipe Massa ma non se n’è fatto più niente, col brasiliano che ha firmato con la Williams-Mercedes. Sebbene ci sia la possibilità di poter guidare per uno dei due piccoli team (Marussia e Caterham), appare, ad oggi, sempre più reale l’ipotesi per cui Gutierrez sia con più di un piede fuori dal circus.

perez_barcellonaDi Sergio Perez, invece, si sa soltanto che il suo, ormai ex-boss Martin Whitmarsh lo sta aiutando a trovare un sedile per restare in F1 nel 2014. Il rischio di restarne fuori, anche per lui, è abbastanza elevato. Le ambizioni di Perez, dopo tre stagioni di F1 di cui l’ultima in un team come la McLaren, sono indubbiamente alte. Escludendo, di fatto, le vetture di bassa classifica, le ipotesi rimanenti sono legate alla Sauber, alla Force India ed alla Lotus. Per quanto riguarda quest’ultima, le voci del pilota da affiancare a Grosjean, al momento, riguardano solo due nomi: Pastor Maldonado e Nico Hulkenberg. Qualche chance potrebbe esserci per le altre scuderie citate pocanzi. Resta da capire quanto Perez ‘scendere di categoria’ per andare a correre in un team di centro classifica. Più probabile l’ipotesi dell’impego del messicano in un altro campionato (in questi giorni si palesava l’ipotesi DTM e WTCC).

Gran Premio del Messico, infine, a rischio per due ovvi motivi: il primo riguarda l’attuale configurazione del calendario di F1 2014, che vede ben 22 gare sulla lista provvisoria. Il Messico è una di quelle cosiddette TBD, ovvero to-be-defined. Si deve capire quanto possano essere veloci i lavori di ammodernamento dell’impianto di Mexico City e quanto appeal possa avere l’evento soprattutto in seguito all’eventuale uscita dei beniamini di casa. Per questi motivi Carlos Slim, il principale investore, è attualemnte in fase di stanb-by e maggiori informazioni verranno nelle settimane a seguire.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".

Lascia un commento