F1 | Ferrari, verso il Belgio tra speranze e considerazioni
 

 


F1 | Ferrari, verso il Belgio tra speranze e considerazioni

12 agosto 2013 – Il prossimo appuntamento del mondiale di F1 sarà quello di SPA. Pista storica che si snoda tra le Ardenne in Belgio e pista dove l’anno scorso Alonso fu vittima dell’incidente al via, innescato da Grosjean. Pur partendo dalla quinta posizione in molti puntavano sulla vittoria finale della Rossa che aveva dimostrato di essere in grandissima forma sul passo gara. Ma alla prima curva Grosjean ci tolse la possibilità di verificare se i sentori erano quelli giusti. 

alonso_grosjeanCome nel 2012 Alonso e la sua Ferrari andarono forte in Spagna a Barcellona, confermandosi competitivi sulla pista catalana anche quest’anno, in molti credono che la buona adattabilità della pista belga alla Rossa possa ripetersi anche nella stagione in corso.

Pista completa quella di SPA che piace ai piloti, ma pista anche dal non certo elevatissimo carico aerodinamico. Qui è premiata la velocità di punta e la buona penetrazione aerodinamica, qualità che quest’anno non sembrano mancare alla F138 di Maranello. 

In belgio sono attese anche molte novità tecniche ed un pacchetto evolutivo dedicato per il doppio impegno di SPA e Monza, piste, come detto, da basso carico.  canada_ferrari

Probabilmente potremmo rivedere gli scarichi allungati ed i side pods a ponte sopra le pance, soluzioni, che secondo una nostra personale opinione, fanno parte di un pacchetto aerodinamico che viene utilizzato laddove sono presenti lunghi rettilinei ed elevate velocità di punta (Vedi Montreal). Dovrebbero arrivare anche altre soluzioni ma di cui ad oggi non si è saputo molto.

Infine una buona notizia che circola in queste utlime ore riguarda “l’inchiesta” voluta da Domenicali per capire cosa effettivamente non abbia funzionato sulla Ferrari F138. Sembra,  secondo alcune fonti, che a Maranello si sia trovata la soluzione ai problemi che hanno fermato l’evoluzione della monoposto e che pertanto regni una certa fiducia nel ritorno a prestazioni vicine a quelle degli avversari.



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk - Blogger ilfattoquotidiano.it - collaboratore di Autosprint Twitter: @antoniogranato

One thought on “F1 | Ferrari, verso il Belgio tra speranze e considerazioni

  • 12/08/2013 at 18:20
    Permalink

    Ma gli scarichi “lunghi” e i deflettori a ponte non erano stati accantonati data la loro mancata efficacia?Inoltre se queste due componenti fossero specifici per circuiti a basso carico vorrebbe dire che comportano un carico maggiore per bilanciare quel pocodi carico fornito dalle ali causa la natura del circuito; ma se fosse cosi non mi spiego il motivo per cui,dato che comportano un aumento di carico al retrotreno,non utillizarli e bilanciare il tutto con in asseto rake stile mercedes e redbull?

Lascia un commento