F1 | Ufficiale: l’India fuori dal calendario 2014

30 luglio 2013 – A causa dei vari problemi politici che sta attraversando l’India, Bernie Ecclestone ha annunciato che nel 2014 non si disputerà il Gran Premio sul Circuito Internazionale Buddh. Intanto il presidente della Federazione Indiana Motor Sport, ammette che il Gp d’India potrebbe tornare in F1 a inizio mondiale 2015.
Con l’Austria, la Russia e lo stesso New Jersey pronte ad entrare in Formula nel 2014, Bernie Ecclestone ha comunicato che il Gran Premio India rischia di uscire dal calendario del prossimo anno per vari problemi riguardanti la politica.
A confermare quanto detto dal patron della F1 è il presidente della Federazione Indiana Motor Sport, Vicky Chandhok, ammettendo che il week-end indiano, molto probabilmente ritornerà nel 2015 con una proroga fino al 2016 per compensare l’anno perso (il 2014, nrd). “Io lavoro a stretto contatto sia con il Gruppo Jaypee che con Bernie. Pare che stanno cercando di trovare una data  conveniente per iniziare nei primi mesi dell’anno nel 2015,” ha detto Chandhok a Reuters.
“Con questo progetto ovviamento non ha senso ospitare tardi un Gp nel 2014 per poi ospitarne un altro nella primavera del 2015. Penso che stanno cercando di  trovare una soluzione per ospitare la F1 nei primi mesi del 2015 e del 2016 invece che a fine mondiale nel 2014“.
Indian Grand Prix, New Delhi 28-30 October 2011Riguardo poi all’associazione che ha con Ecclestone e Jaypee, il presidente della federazione Indiana ha dichiarato di volerla continuare. “Non sto dicendo che la gara per il 2014 non si farà. Stanno cercando di trovare una data all’inizio del mondiale di F1 2015. Entrambi vogliono che la F1 continua a correre in India. Se riusciranno a trovare una data per il 2014 – invece di correre ad Ottobre o Novembre – sarà rinviata di quattro mesi per l’anno prossimo. E siccome il contratto è di cinque anni, si correrà nel 2015 e 2016”.
Presente in F1 dal 2011, il circuito Internazionale Buddh fino ad oggi ha dovuto affrontare diversi problemi tra cui quelli economici a causa dei costi elevati della F1. A tal propostito, Monisha Kalterborn spera che tutto si risolva e che si possa ancora disputare il Gran Premio di India. “Sarebbe un peccato se per ragioni fiscali non andiamo lì”, ha detto la team principal della Sauber. “L’India è un mercato molto importante per i partners che sono in Formula Uno e che vorrebbero entrare perchè sarebbe un peccato se non ci riescono a risolvere i problemi”.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento