F1 | GP Ungheria: I primi aggiornamenti tecnici

Budapest, 26 luglio 2013 – Il giovedi come al solito è la giornata riservata alle verifiche tecniche delle monoposto ed occasione per gli appassionati di vedere i nuovi aggiornamenti sulle vetture. Di seguito gli aggiornamenti tecnici di rilievo visti a Budapest quest’oggi.

Ancora modifiche da parte della Mercedes sul musetto della sua W04. Dopo avrerlo già pesantemente rivisto rispetto alla versione di inizio stagione, continuano ancora gli afinamenti in una zona della vettura importantissima per tutta l’aerodinamica della macchina. Aggiunto infatti un leggero “gozzo di pellicano” nella parte inferiore del muso per gestire meglio i flussi d’aria che andranno poi ad essere divisi dallo splitter o t-tray per poi seguire l’aerodinamica della vaettura fino alla zona del fondo posteriore e diffusore. Vedi [foto]Portata al debutto anche un nuovo alettone posteriore dotato di fessure sulle paratie verticali in stile Red Bull e Toro Rosso. La Ferrari per il momento le ha rimosse.

La Red Bull invece modifica in maniera decisa i tre piccoli profili presenti sulle sue fiancate, eliminando quello più interno e posizionando invece al suo posto un profilo orizzontale a “L rovesciata” o se preferite a “r”e rivedendo anche la radice di quello esterno di supporto al side-pod laterale. [Questa la foto] del nuovo dettaglio della RB9 progettato da Adrian Newey. Sotto una comparazione tra la vecchia e la nuova versione.

red_bull_pinnette_2

In casa Ferrari invece si è puntato sugli elementi provati nella tre giorni di Rookie-Test di Silverstone. Installata infatti l’ala anteriore provata brevemente nelle prove libere di Silverstone e Nurburgring ma che non è mai stata utilizzata in sessioni ufficiali.

Anche l’ala posteriore è la stessa provata da Rigon a Silverstone (stessa utilizzata nell’ultimo GP) non presenta piùle fessure sulle paratie verticali dell’alettone e le fessure di fianco al profilo principale sono di nuovo, per numero e conformazione, le stesse utilizzate in precedenza.

Nuove modifiche invece al diffusore, eliminata una delle tre pinne verticali interne è stata poi applicata una seconda paratia in stile Red Bull per formare un “imbuto” o “scivolo” dove far incalanare i flussi proveniente dagli scarichi motore per indirizzarli meglio nella zona desiderata. Sotto la comparazione fotografica:

comp_scarichi

 



Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk - Blogger ilfattoquotidiano.it - collaboratore di Autosprint Twitter: @antoniogranato