F1 | Watson: "La Red Bull mostra debolezza!" - F1Sport.it
 

 


F1 | Watson: “La Red Bull mostra debolezza!”

Napoli, 6 maggio 2013 – John Watson, pilota britannico degli anni ’70 ed ’80, ha rilasciato la sua personale opinione in merito alla situazione venutasi a creare in seno al team Red Bull dopo i fatti della Malesia. Interessanti le osservazioni relative al proseguo della stagione per il team austriaco.

Watson, ex pilota di Brabham, Lotus e McLaren, è convinto che i modi di fare del team Red Bull, in questo inizio di stagione 2013, hanno mostrato “forti segnali di debolezza” da parte dell’intero team. Il pilota britannico si riferisce chiaramente all’episodio della Malesia, quando il team austriaco ha evitato di sanzionare Sebastian Vettel per aver ignorato l’ordine di congelamento delle posizioni (Vettel in quel momento si trovava in seconda posizione, NDR) ed aver combattuto, sebbene non autorizzato, contro il compagno di squadra Mark Webber, lanciato verso la sua prima vittoria stagionale.

Watson ha riacceso il dibattito sugli ordini di scuderia e ritiene, inoltre, che la squadra dovrà affrontare una situazione veramente impegnativa e scottante per le restanti 15 gare di quest’anno, prevedendo ulteriori problemi per la gestione della coppia Vettel-Webber, ormai scoppiata.

“L’intera questione della Malesia è stato trattata come polvere gettata sotto il tappeto affinché non si possa vedere dall’esterno!”, ha dichiarato Watson ai microfoni di BBC Sport . “Non so per quanto tempo questa situazione possa continuare ad essere. Ho il sospetto che vedremo ancora episodi simili corso dell’anno.”.

Watson, poi, prova ad immedesimarsi nel pensiero di Mark Webber: “Con i fatti accaduti di recente, Webber sarà autorizzato a pensare: ‘Ho fatto la cosa giusta? Il team mi ha praticamente impedito di vincere quella gara. Ora mi ritrovo con un compagno di squadra che non rispetta gli ordini di squadra e non riceve alcuna sanzione. Allora, a questo punto, perché mai dovrei obbedire io a questi ordini di scuderia?'”.

“Penso che la squadra ha dimostrato una incredibile debolezza nel non penalizzare il loro pilota (Vettel, NDR).”, ha spiegato Watson. “Adesso, loro, hanno fatto in modo che Vettel possa correre sentendosi in piena libertà di calpestare qualsiasi decisione e l’autorità di Chris Horner. Ecco, in Red Bull hanno aperto il vaso di Pandora. Come faranno a controllare il tedesco da ora in poi? Non ci riusciranno!” ha concluso l’ex-pilota britannico.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".

Lascia un commento