sabato, Febbraio 4, 2023

F1 | GP Monaco: Weekend nero per la Ferrari

Monaco, 27 maggio 2013 – Il bilancio Rosso è ben diverso da quello di due settimane fa in Spagna. Un brutta qualifica al sabato, una gara deludente quest’oggi. La Ferrari torna a fare i conti con i problemi di graining sulla vettura di Alonso, in particolare con la mescola SuperSoft e torna a fare i conti con i problemi di Massa, forse di concentrazione o di sfortuna.

Per quanto riguarda il brasiliano, torna a casa con uno dei weekend forse più brutti di tutta la sua carriera. Il giovedì del principato sembrava partito sotto una buona stella, sempre quarto durante le prove libere. I veri problemi sono emersi il sabato. Incidente spaventoso nella FP3 e qualifica mancata (vettura non riparata del tutto), per poi “chiudere in bellezza” con un secondo incidente fotocopia in gara. Grande spavento per Massa che ha pagato la paura di sbagliare ancora nello stesso punto com’è infatti avvenuto.
Felipe, dopo esser stato trasferito in ospedale, è stato dimesso qualche ora dopo. Soltanto un mal di collo per il pilota che esce illesso dai due impatti.
Massa deve ritrovare la concentrazione e la determinazione che aveva dimostrato in Spagna, alla scuderia servono tutti i punti possibili per lotare nel costruttori.

L’altro volto della Ferrari, Fernando Alonso, fa un bilancio di questo weekend monegasco concluso al settimo posto dopo continui problemi di gomme. L’asturiano ha perso la gara in qualifica, è la regola di Montecarlo, “chi parte dietro, resta dietro” diceva qualcuno. Sei punti che valgono la terza posizione nel Mondiale. Per calmare le preoccupazioni in casa Ferrari, lo spagnolo ha così commentato“Purtroppo ieri abbiamo fatto una brutta qualifica, quindi ci siamo ritrovati indietro e a lottare con dei piloti che non avevano nulla da perdere. Perez fa le stesse cose che facevo anch’io nel 2008 e nel 2009, quando non lotti per il campionato cerchi di prendere dei rischi per fare dei bei sorpassi. Se non avessi saltato la chicane ci saremmo toccati, ugualmente in Bahrein, se non fossi andato fuori pista ci saremmo toccati. Anche quando mi ha attaccato Sutil abbiamo rischiato il contatto. A loro perdere il muso non cambia niente, noi invece rischiamo di perdere punti in campionato”. Parole anche in previsione del Canada: “Abbiamo sempre detto che Montecarlo è una gara particolare, unica, dove spesso si usano strategie diverse. Su altre piste puoi sorpassare e non vedi quello che abbiamo visto nei primi venti giri, con tutti i piloti in fila. Per questo non abbiamo ottenuto molto a Monaco, ma non credo che dobbiamo preoccuparci per il Canada.”

Insomma Alonso calma gli animi di tutti quei Ferraristi che già davano per spacciata la Rossa dopo questo Gran Premio. Montecarlo è una gara che ha una sua storia, non si vince ne si perde il Mondiale qui, restano da risolvere i problemi sulle Super Soft, sulle piste vere la F138 ha dimostrato di essere competiva, specialmente sul passo gara.

 

Ultimi articoli

3,682FollowersFollow
1,140SubscribersSubscribe