F1 | Bottas non può sprecare la sua chance in Mercedes

Bottas con la Mercedes può finalmente puntare a qualcosa di importante. Tuttavia il finlandese dovrà saper gestire l’enorme pressione che ruoterà quest’anno attorno a se stesso.

L’annuncio ufficiale dell’ingaggio di Valtteri Bottas da parte della Mercedes è arrivato questo lunedì, direttamente dal quartier generale di Brackley. Ora però per il finlandese è giunto il momento di dimostrare al mondo intero che la scelta fatta da Toto Wolff è quella giusta.

Dopo quattro stagioni alla Williams, per Bottas è arrivata la sua grande occasione per puntare a qualcosa di grosso, ma la domanda che tanti si pongono è questa: riuscirà il finlandese a tener testa ad un tre volte campione del mondo come Lewis Hamilton? Il sedile di Bottas sarà senza dubbio quello più bollente di tutti in questo 2017.

Gli scettici sono numerosi da quanto si è scritto e letto in queste ultime settimane, i quali considerano l’ex pilota Williams un buon pilota si, ma soprattutto un buon gregario per Lewis Hamilton.

Nelle ultime tre stagioni al fianco di Felipe Massa Bottas in alcuni frangenti del mondiale stava tranquillamente davanti al brasiliano, ma in altri momenti prendeva decisamente paga dall’ex ferrarista.

La scelta Mercedes di promuovere Bottas risulta quasi conservativa agli occhi degli addetti ai lavori, ma di certo il team manager del team Wolff si è fatto i suoi conti.

Il manager austriaco non è certo l’ultimo arrivato, e se Wolff ha scelto il finnico come sostituto di Rosberg è certo che Bottas darà filo da torcere ad Hamilton, come ha fatto Rosberg nel 2016.

Nel team di Stoccarda anche quest’anno si punterà sia al titolo piloti ma anche a quello costruttori, con quest’ultimo forse più importante per una grossa casa automobilistica come Mercedes che vende milioni di automobili nel mondo.

Ad ogni modo Bottas dovrà captare i segreti Mercedes nel minor tempo possibile, perchè è molto probabile che nel corso della prima parte della stagione si possa giocare la riconferma all’interno della scuderia. In pratica non saranno ammessi passi falsi. Bottas non dovrà solo confrontarsi con il team-mate Hamilton, ma anche con entrambi i piloti Red Bull e magari perchè no, anche contro i ferraristi.

Per avere le prime risposte non ci resta che attendere la gara inaugurale di Melbourne tra due mesi circa, vi immaginate qualora Bottas riuscisse già a giocarsela con Hamilton? Sicuramente l’inglese non la prenderebbe positivamente, con quest’ultimo forse che punta a vincere il suo ultimo titolo prima di vestirsi di rosso. Ma questa è un’altra storia.

Alberto Murador

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".